Home Meditazione Angelica

Meditazione Angelica

 


La nostra mente, di solito è attraversata da un estenuante flusso di pensieri,

ricordi, rancori,desideri, speranze.

Giorno dopo giorno, perfino quando dormiamo, la mente è sempre a lavoro:

sogna, continua a rimuginare, è costantemente immersa in ansie e

preoccupazioni di ogni genere.

Questa condizione mentale, caratterizzata da una continua tensione,

è lo stato di " non -meditazione".

Quando la congestione dei pensieri si dissolve e la mente tace

allora è possibile la meditazione,intesa come silenzio prezioso

nel quale  diventa possibile accedere alla nostra vera personale verità.

Ogni essere umano, infatti ha bisogno di lavorare su se stesso

per correggere la percezione distorta

della realtà che gli preclude la conquista della  felicità autentica.

Questo lavoro interiore, che consiste in una radicale

riorganizzazione della psiche edi tutti i suoi contenuti, è la meditazione.

Questa pratica attraverso le giuste tecniche,

induce in uno stato di progressivo rilassamento mentale,

favorisce la tranquillità,l'equilibrio, l'armonia interiore e

l'espansione della coscenza, fino a giungere all'esperienza

del proprio sè più profondo.

Lo scopo della meditazione è di ripulire la mente dalle contaminazioni e

di favorire lo sviluppo di attenzione, concentrazione, capacità di analisi,

fiducia, calma, gioia per condurci, infine,al più alto grado di saggezza,

quello che ci consente di vedere  le cose cosi come sono in realtà.

Meditare è un'attività che coinvolge l'intero sistema corpo-mente-spirito e

che produce benefici effetti sull'organismo.

Si rivela, inoltre un ottimo metodo di prevenzione: uno stato generale di

equilibrio e di armonia ha ricadute positive sul funzionamento del sistema

immunitario e aiuta a contrastare la comparsa delle malattie.

La meditazione si avvale della concentrazione per superare quel muro di

confusione e superficialità che ci impedisce il contatto con la chiara e

lucida comprensione della realtà.

Lo scopo di essa è quello di purificare la propria mente,

la pratica meditativa infattidepura il pensiero da quei sentimenti negativi

(gelosia, avidità, invidia...) che avviliscono il nostro essere e

lo riducono in uno stato di schiavitù emotiva.

La concentrazione è la base della meditazione in tutte le sue forme.

La concentrazione simpuò esercitare su diversi supporti meditativi:

su una semplice forma geometrica, su una parete bianca,

su una melodia lenta e ritmata, su un movimento del corpo,

sull'alternarsi delle fasi di inspirazione ed aspirazione.

La meditazione è una componente comune a tutte le pratiche

religiose monoteiste. In esse è strettamente connessa la preghiera

piuttosto che al controllo del sè, come avviene nelle discipline orientali.

Sempre più persone ricorrono alla meditazione, affiancata

ai trattamenti medici convenzionali,per curare l'ipertensione.

La riduzione della pressione del sangue è pari a quella normalmente

prodotta dai farmaci, doppia rispetto a quella prodotta dal rilassamento

muscolare progressivo ed è circa sette volte maggiore di quella prodotta

dal cambiamento di dieta e dagli esercizi fisici.

Quindi con la semplice riduzione dello stress si può tenere sotto controllo

la pressione del sangue, evitando gli effetti collaterali quali nausea,

sonnolenza, depressione.

 

 

Gli Angeli possono aiutarci  ad eseguire una corretta meditazione e ad aprire varchi

su altre dimensioni

Per effettuare una  seduta meditativa bisogna attenersi a delle regole:

Lo spazio meditativo

Preparazione alla meditazione

Posture  per eseguire una meditazione

Lo spazio meditativo:

Tutti abbiamo bisogno di uno spazio dal quale tenere fuori il mondo.

La stanza o lo spazio che dedicherete alla meditazione

ma ben areata specie se usate candele e incensi.

Create un semplice altare angelico, utile per attirare l’attenzione spirituale,

oppure tenete vicino a voi un cristallo.

Dedicatevi con regolarità alla pratica meditativa, i momenti più favorevoli sono l’alba e il tramonto.

Mettetevi comodi usando cuscini, tappeti o una sedia confortevole.

Accertatevi di non essere disturbati e prendetevi almeno un ora di tempo.

Il Cerchio Sacro

Durante la meditazione alcuni creano un cerchio sacro,

poiché impedisce alle energie esterne indesiderate di influenzare il meditatore.

Sistemate quattro candele, in corrispondenza dei quattro punti cardinali.

Potete usare altre candele per definire il cerchio,

o candele del colore dell’angelo con il quale state lavorando.

I cristalli possono sostituire o affiancare le candele.

Alcuni stanno in piedi al centro del cerchio e tracciano un cerchio di luce con il dito

o con un quarzo di rocca:

se volete farlo, procedete in senso orario, per creare il cerchio e

in senso antiorario per chiuderlo.

PREPARAZIONE ALLA MEDITAZIONE:

Quando avrete eletto una stanza o un angolo della casa a spazio sacro,

potete iniziare le preparazioni alla meditazione.

Ecco un elenco di consigli :

Accendere una candela del colore dell’Angelo che volete invocare in quel momento.

Purificare l’energia di questo spazio con incenso,

essenze angeliche o diffusori di oli essenziali.

Mettere una goccia di olio essenziale sui palmi delle mani e sfregatele delicatamente.

Inalate la fragranza per trasportarvi rapidamente in uno stato alterato di coscienza.

Se non vi distrae troppo, accendete una rilassante musica angelica.

Purificate il vostro corpo fisico con una doccia o un bagno,e indossate abiti puliti;

questo vi farà sentire più recettivi e in armonia con gli angeli.

Indossate abiti bianchi, gli abiti scuri interferiscono con la meditazione

perché abbassano il livello vibrazionale.

Tenete in mano un cristallo angelico.

Suonare una campanella all’inizio e alla fine della meditazione,

è un modo molto efficace per

riconoscere il vostro momento sacro.

Esercitate la chiarezza mentale ripulendo i “ detriti psicologici” e mantenendo chiari gli intenti.

Più vi preparate per le sessioni di meditazione

più in fretta  entrerete in sintonia con il regno angelico.

Posture  per la meditazione:

Sedetevi a gambe incrociate, con spina dorsale e collo eretti ma non tesi,

specie se meditate a lungo.

Potete anche sdraiarvi supini sul pavimento,

se invece scegliete di stare seduti su una sedia sceglietene una con uno schienale dritto e

nel sedervi tenete le piante dei piedi ben poggiate a terra le mani sulle ginocchia

con i palmi rivolti in alto.

Non lasciate che la testa ciondoli in avanti vi impedirebbe di respirare profondamente.

Che cosa è la radicazione.

Alcuni sono soliti radicarsi prima e dopo la meditazione

per ottenere una percezione più chiara dell’esperienza e

un maggiore controllo di sé.

Se siete seduti su una sedia, procedete così:

poggiate i piedi a terra e visualizzate imponenti radici che

crescono dalle piante dei piedi e vi ancorano saldamente  alla Terra;

se invece tenete la classica postura da meditazione immaginate forti radici che crescono

dalla base della spina dorsale e affondano nella profondità di Madre Terra.


Vari tipi di meditazione Angelica.

Meditazione per mettere in contatto l’Angelo Custode.

Meditazione per avvolgersi nelle Ali di protezione.

Meditazione degli Arcangeli e delle loro sfere di influenza.

Meditazione  per scoprire il cammino esistenziale

Meditazione dell’Aurora.

Meditazione del tramonto.

Meditazione dell’allineamento Angelico

Meditazione dell’allineamento stellare.

Meditazione della fiamma viola.

Meditazione dei colori angelici.

Meditazione per ancorare i raggi dei chakra alla quarta dimensione

Meditazione della quinta dimensione.

Meditazione del Sole e della Luna

Meditazione sulla creatività.

Meditazione della Stella del Cuore.

Meditazione del Tempio Angelico.

Tutte queste tecniche verranno insegnate nei corsi di Angelologia che prospetterò in seguito.

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 21 Maggio 2012 18:06 )